ALIMENTAZIONE: UN BISOGNO BIOLOGICO O SOCIALE?

 

Proviamo a pensare al significato del cibo a senso ampio.

Innanzitutto consideriamo l’alimentazione del neonato, ovvero l’allattamento al seno o artificiale, che soddisfa il bisogno del bambino di nutrirsi e crea un legame con le figure di riferimento. Oggi il biberon, esattamente  come il seno, lo fornisce principalmente la madre: in quei momenti madre e neonato si guardano da vicino, si conoscono e si legano fortemente.

Man mano che il bambino cresce, il cibo assume sempre più un significato sociale e diventa lo strumento attraverso il quale relazionarsi con l’altro: si invitano amici a cena, si va a manciare una pizza con i compagni di classe, con il proprio compagno…

Mangiare insieme produce un legame con le persone, crea la situazione ideale per confrontarsi e conviviare.

In alcune culture, il cibo assume persino il significato di “rinascita della vita per se e per gli altri”. Pensate a tutti quei paesi che usano fare ricchi banchetti dopo una cerimonia funebre! Il cibo diventa un modo per rendere omaggio a chi non c’è più, stare accanto alle persone che stanno soffrendo e condividere un momento con chi è ancora in vita.

D’altra parte la paura di rimanere senza cibo permane dentro ogni essere umano.E’ una paura primordiale rimasta scolpita nel nostro cervello.

Ne è la prova il fatto che spesso per un viaggio, che sia breve o lungo, ci si porta sempre dietro il cibo e dell’acqua.

Questa paura viene meno nel momento in cui il digiuno diventa una scelta, come per esempio per alcune religioni, per proteste sociali o in altri casi una privazione che ha il senso di purificazione ed elevazione.

Vero è che il cibo è la più alta forma di “consumo”: gli alimenti penetrano nel nostro corpo e diventano la nostra sostanza.

L’alimentazione è strettamente legata, come abbiamo visto, anche alla nostra identità sociale: si appartiene ad un gruppo che condivide gli stessi gusti e spesso questo implica anche ideologie simili o vicinanze culturali.

L’alimentazione mostra come ci si prenda cura di sè e degli altri, da quando si è molto piccoli fino a diventare adulti.

In un certo senso quindi ciò che mangiamo fa di noi ciò che siamo e mostra come la socialità sia fondamentale per l’essere umano.

3