TIROIDE ED EMOZIONI…QUALE CONNESSIONE?

Forse molti di voi non sanno che le patologie legate alla tiroide, in particolare IPOTIROIDISMO (tiroide pigra) e IPERTIROIDISMO (tiroide che funziona troppo), sono strettamente legate alla sfera emotivo-affettiva.
Queste malattie, non sempre facilmente diagnosticabili, hanno incidenza per la maggior parte femminile e si manifestano inizialmente proprio con sintomi di tipo psicologico, che vengono però sottovalutati o alle volte trattati con psicofarmaci.

L’ipertiroidismo si può manifestare con palpitazioni, sudorazione, perdita di peso e ansia. Spesso le persone che soffrono di ipertiroidismo, proprio come persone che soffrono di disturbi d’ansia, riferiscono di sentirsi soffocare, in particolare hanno la sensazione di “avere una patata in gola”.
Nell’ipotiroidismo invece le caratteristiche più comuni sono, oltre all’aumento di peso, una evidente fatica fisica, stanchezza, lentezza e spesso tono dell’umore basso, che può evolvere in una vera e propria depressione.
La questione si complica ovviamente nel caso del sesso femminile,perché a tutto ciò si possono sommare i “normali” disturbi ormonali legati al ciclo mestruale e alla gravidanza.benessere

Ciò non significa, d’altro canto, che chi soffra di tiroide, una volta trattato per la patologia in modo opportuno, non possa comunque essere soggetto ad episodi di ansia o depressione.
E’ anche vero il contrario, ovvero che spesso la tiroide si scompensa proprio dopo eventi psicologici traumatici, come ad esempio un lutto, difficoltà economiche o lavorative, separazioni o altro.

Sembrerebbe quindi che lo stress possa avere un’influenza sulla regolazione della tiroide; questo spiega il motivo per cui, prima di fare una diagnosi clinica di patologia tiroidea, si effettuano diversi esami, anche con più richiami a distanza di qualche mese: il problema potrebbe risolversi in autonomia una volta superato il trauma.

Diciamo piuttosto che dopo i 27 anni, fare un controllo agli ormoni tiroidei (attraverso un esame del sangue in cui viene rilevato il valore di TSH) può aiutarci a capire come trattare al meglio ciò che avvertiamo nella nostra psiche e quindi scegliere con consapevolezza il miglior modo per occuparci di noi stessi.

…E COME SPESSO ACCADE, LA PREVENZIONE RISULTA ESSERE LA MIGLIOR SOLUZIONE SIA IN CAMPO MEDICO CHE PSICOLOGICO…FORSE PERCHE’ QUESTI DUE ASPETTI NON SONO POI COSI’ DISTINTI!

7