MASHA E ORSO: IL SORRISO NEL CUORE

In un periodo storico italiano in cui ci si sta occupando di “nuove e vecchie famiglie”, di “adozioni e unioni civili”, vorrei mettere l’attenzione su un aspetto fondamentale che è “l’essere un bambino”, senza pregiudizi e senza dibattere su alcuna posizione politica, ma semplicemente donandogli il suo innocente spazio.

Eccoci qui quindi a parlare di un’altra icona della Tv che trascina grandi e piccini in un turbinio ripetitivo di puntate (sono sempre le stesse!) e non si capisce come sia possibile riesca a tenere tutti incollati!

Innanzitutto la RIPETITIVITA’ è VINCENTE!

I bambini hanno bisogno di vedere e sentire sempre le stesse cose. Questo li rassicura, li diverte e li aiuta a sviluppare diverse abilità di memoria, attenzione… e  curiosità! la Curiosità che… non si sa mai cambi qualcosa!

Masha rappresenta l’essenza del bambino! I bambini ridono, fanno gli scherzi, fanno giochi che solo loro capiscono, chiedono le cose mille volte, insistono per ottenere ciò che desiderano e non mollano la presa, cantano, urlano, cambiano repentinamente umore, svengono se hanno sonno anche se stanno mangiando, mangiano solo se hanno fame o se ci sono dolci e patatine, imparano dalle esperienze più semplici e quotidiane, non si preoccupano degli umori e della stanchezza degli adulti, non si preoccupano dei pericoli e alle volte sono in grado di alleggerire situazioni che per i grandi sono drammatiche. I bambini VIVONO senza domande, raccogliendo risposte che non chiedono, nell’istintività delle emozioni.

masha

e Orso? Orso rappresenta l’essenza dell’essere adulto. La fatica di isolare le responsabilità per concedersi un sorriso spontaneo, la fatica di dimenticare cosa SI DEVE fare, la fatica di AVERE POCO TEMPO. Orso è pigro, ma si cura dei bisogni primari della piccola Masha… anche se davanti ad una partita di Calcio potrebbe dimenticarsi di qualsiasi cosa! Orso la protegge, si preoccupa e ha spesso un’espressione rassegnata davanti a tutto ciò che Masha dice, combina o protesta. 

C’è una puntata in cui Orso , dinanzi all’ennesimo guaio che combina Masha e dopo essersi duramente arrabbiato, inizia ad avere dei flash back di se stesso da piccolo… e ricorda di essere stato messo “nell’angolo a pensare” dalla sua mamma. Con molta semplicità viene mostrata l’importanza del dare dei limiti molto chiari ai bambini e del segnare i confini  per una crescita sicura e serena.

E allora a cosa serve ricordarsi che anche noi siamo stati capricciosi, senza regole e alle volte provocatori, se poi tanto, come adulti, dobbiamo pensare solo che il nostro DOVERE è dare dei limiti?

… Serve a farci VIVERE quei momenti con il SORRISO nel CUORE… e solo quel sorriso nel cuore ci dona tutta la pazienza che serve per curarsi dei piccoli, come genitori, zii, nonni, educatori, insegnanti o semplicemente adulti, impedendoci così di comportarci come se fossimo i Comandanti di un Esercito in guerra!

11